Moda e società

In una società multietnica, dove l’interazione tramite i socialnetwork ci porta inevitabilmente ad avere degli scambi (di qualsiasi natura) con gli altri, anche il nostro modo di essere, di pensare, mi agire e perché no, anche di nutrirsi e vestire, può avere degli effetti positivi su di noi, se frutto di questa interazione e scambio.

Bisognerebbe prendere sempre il buono da ogni cosa e sfruttarlo al meglio per noi. Imparare dagli altri; essere umili, accettare consigli e critiche, gradire pareri e opinioni e cercare sempre di migliorare.

Uno di questi campi che a mio parere possa sfruttare a pieno queste possibilità è la moda:

La moda sta’ diventando un “fatto personale”, nel senso che ognuno di noi è stilista a modo suo. Leggendo molti blog, confrontandomi con professionisti del settore e sentendo opinioni, sempre più persone “adattano” una moda o uno stile alla propria personalità; questo è un fatto positivo, che porta le persone a non solo “seguire il branco”, ma a uscirne come singola entità.

Seguire la moda non è più solo una cieca rincorsa all’oggetto desiderato, ma fare di se stessi un’icona di stile, e poco importa se la raffigurazione che si mostra agli altri lasci a desiderare.

Lasciare un segno, essere creativi, stilisti di se stessi, interattivi, questo è l’impulso che spinge una persona “normale” a diventare artefice del suo cambiamento.

Annunci

Come costruire un elenco di parole chiave efficaci

Guest post di Zotos Dimitris. Dimitris è un editor & SEO Professional a WebSEOAnalytics.com.

Vi state chiedendo cosa è il modo migliore per creare un elenco di parole chiave efficaci? A seguito di un precedente articolo Parola chiave di ricerca: il centro del tuo SEO Strategy , questa settimana ci concentreremo su un esempio reale, discuteremo le reali esigenze e metteremo in pratica la teoria.

L’esempio del mondo reale

In questo esempio decidere quali parole chiave che useremo per la pagina di destinazione di una suite d’albergo di lusso.   Il nostro cliente proprietario di un hotel 5 stelle, situato sulla isola di Mykonos e il tipo di camera della pagina è una suite per luna di miele.   Con noi pagina cercherà di attirare visitatori alto profilo che corrispondono alla fine è il pubblico di destinazione albergo.

Guardando dentro la mente del visitatore

La breve sintesi qui sopra, insieme con la ricerca di marketing che abbiamo già condotto per il cliente, dare alcune informazioni importanti che ci aiutano a capire l’industria, la concorrenza e le esigenze del cliente.   Il passo successivo è quello di trovare una elenco di parole chiave che descrivono il prodotto del nostro cliente e che comprende termini di ricerca che sono più suscettibili di essere utilizzati dagli utenti. Così, in questa fase si pretende di essere un potenziale cliente e si comincerà con la digitando query sui principali motori di ricerca per trovare alcune parole chiave correlate e risultati.

L’analisi dei risultati del motore di ricerca

Supponiamo che il potenziale visitatore ha già deciso la destinazione (Mykonos) e il tipo di sistemazione (suite). Dopo aver digitato alcune query in Bing, il ricercatore inizia raffinazione query di ricerca per termini più mirati, come suite hotel di Mykonos, luna di miele ecc hotel che utilizzano parole chiave mirate è importante perché attira traffico mirato al tuo sito web e che farà aumentare i tassi di conversione.

Quindi assicuratevi di analizzare i risultati di Bing per le importanti e mirate parole chiave più, verificare quali condizioni i concorrenti utilizzo principale e combinazioni di parole-chiave che hanno nei loro testi.Questo può darvi una buona idea di ciò che la loro strategia di SEO è e in che termini si deve concentrare.Un buon strumento per analizzare il contenuto di questi siti è l’ Analyzer delle parole chiave che vi darà un rapporto dettagliato di tutte le principali parole chiave del loro siti.

Inoltre, avere in mente che ci sono diverse altre fonti grande quantità di informazioni che si possono verificare. Ad esempio se il sito ha già una pagina per la suite luna di miele, è anche possibile recuperare le parole chiave del Reports Web Analytics. Ancora meglio, se c’è una campagna PPC il targeting in luna di miele è una grande opportunità di acquisire conoscenze utili dai ricercatori effettivi.

La selezione delle parole chiave mirate

Dopo il brainstorming e la raccolta di un vasto elenco di parole chiave da varie fonti, abbiamo bisogno di perfezionare e mantenere i termini più importanti. Abbiamo soprattutto cercare di mantenere le parole chiave che descrivono meglio la nostra pagina e che sono più suscettibili di essere utilizzati dai nostri utenti.In questo esempio abbiamo deciso di utilizzare invece la seguente Le principali parole chiave:

•              Luna di miele

•              Hotel

•              Suite

•              Mykonos

•              Grecia

Si noti che ci sono un sacco di altre parole chiave singola parola che è possibile utilizzare (ad esempio, coppie, romantici, di lusso, destinazione, etc) ma sta a te decidere su cui verrà messa a fuoco. La sua selezione dovrebbe essere basata sul tipo di progetto, la competizione, la forza sito web, ecc

Dopo aver selezionato i nostri principali termini, si crea un elenco di parole chiave più mirate. Quelle parole chiave per guidare il nostro sito più traffico mirato e di solito sono più facili portare più alti posti a confronto i termini generici. Per esempio la parole chiave più importanti della nostra lista può essere:

•              Mykonos suite luna di miele

•              Hotel per la luna di miele

•              Hotel Luna di miele a Mykonos

•              Mykonos Luxury Suites Hotel

Anche in questo caso ci sono un sacco di alternative che è possibile selezionare. Sta a voi decidere cosa è più rilevante per la tua pagina, che termini sono suscettibili di portare più traffico, per i quali i termini si hanno maggiori probabilità di alto rango, ecc

Dopo la raffinazione insieme di parole chiave, assicurarsi di studiare di nuovo tutte le informazioni di marketing a disposizione, e, se possibile, brainstorming con i rappresentanti del cliente o di un ufficio marketing, al fine di essere sicuri che la vostra mentalità è allineato alle linee di branding e posizionamento.

Ottimizzare il contenuto della pagina

Quando si desidera ottimizzare un sito web, si concentrerà su ogni pagina separatamente e fare una ricerca e di brainstorming per le parole chiave connessi con le esigenze di un ipotetico ricercatore. Hanno sempre in mente quella pagina di contenuto ogni dovrebbe riflettere le risposte alle esigenze degli utenti e quindi richiede un approccio dedicato e unico. Non dimenticare che si dovrebbe concentrare sulle parole chiave per cui si hanno maggiori probabilità di ottenere una maggiore classifiche. Potete saperne di più su come analizzare la concorrenza sul SERP leggendo l’articolo migliorare il traffico sito web, analizzando la SEO dei vostri concorrenti .

Ultimo ma non meno dopo aver finalizzato la lista di parole chiave, è necessario scrivere i testi e ottimizzare il SEO copia della pagina. Potete saperne di più su pagine di ottimizzazione dalla lettura degli articoli Come ottimizzare i titoli delle pagine e migliorare i tassi di click through 5 bianco-hat punte rapide per amplificare il vostro SEO Classifiche Le 5 regole di base della SEO copywriting .

Traduzione dall’inglese di un articolo di

  • Audrey Durieux
  • Managing Director, Mozaik
    Francia
  • Strumenti di condivisione per il web Slideshare

    Slideshare è un sito che permette di caricare e condividere le proprie presentazioni con altri utenti.

    Per sua natura, Slideshare può diventare un ottimo strumento di divulgazione nonché un luogo per scoprire contenuti ed informazioni che, diversamente, sarebbero stati difficili da reperire. Le presentazioni condivise su Slideshare possono essere scaricate dagli altri utenti, ma anche incorporate (attraverso la funzione di EMBED) in blog, siti, o altri social network per agevolarne la diffusione.

    Ogni presentazione può essere taggata e scoperta da altri utenti attraverso la funzione di ricerca per Tag.
    Per Tag si intende una sorta di parola chiave, un concetto, che esprime efficacemente la risorsa.

    In realtà Slideshare è molto di più: è un “Social Media”, consente agli utenti la condivisione di documenti di vario genere, permettendo una catalogazione dal basso (grazie alle tag), la possibilità di commentare i contenuti, e le funzioni tipiche dei social network, quali i gruppi e le “amicizie”.
    Slideshare se utilizzato nella maniera corretta può essere una risorsa davvero utile utile per sviluppare il business, ha infatti più di 25 milioni visite al mese, fatto che lo rende davvero uno strumento da non sottovalutare per le aziende per dare visibilità a prodotti e servizi . Prima di tutto Slideshare può garantire al tuo sito web una grande quantità di link che rimandano il visitatore al sito stesso, infatti è possibile inserire nei documenti pubblicati dei link attivi. Inoltre è importante sottolineare che grazie all’ “authority” (termine che soppianta, ormai di fatto, il Pagerank) dei backlink di Slideshare il vostro sito “schizzerà” nelle prime posizioni dei motori di ricerca.

    Ma come possiamo sfruttare le grandi potenzialità di Slideshare per fare marketing? Ecco una breve lista di consigli:

    • ottimizzate le vostre slide, utilizzando le parole chiave nel titolo, nelle descrizioni e nelle tag. Il SEO è ormai dappertutto, anche in Slideshare…
    • siate creativi nei contenuti, sia a livello visuale che a livello testuale. Delle slide prive di valore passeranno inosservate.
    • non dimenticate di fornire le informazioni personali, o aziendali alla fine di ogni presentazione, con tutti i link e le spiegazioni del caso. Deve essere facile per un visitatore, colpito positivamente dalla vostra presentazione, potervi trovare.
    • partecipate ai Contest, che se sarete davvero bravi possono garantirvi una gran dose di pubblicità gratuita.
    • ricordatevi che Slideshare si può facilmente connettere con altre applicazioni, per esempio al profilo su LinkedIn, o a Facebook. Utilizzate questi canali che possono essere fonte di grande visibilità.
    • utilizzate i “widget” che il sito mette a disposizione per caricare sul vostro blog le presentazioni, o i documenti che avete pubblicato.
    • partecipate ai gruppi che appartengono alla vostra nicchia. Ascoltate, commentate, relazionatevi.
    • promuovete sempre il vostro spazio su Slideshare, nel blog, nei social media ed anche nei comunicati stampa off-line.

    Enhanced by Zemanta

    Gestione del fan club su Facebook (e altri social network)

    L’utilità di avere dei fan club sui social network a mio avviso è molto utile se viene gestito con occhio aziendale piuttosto che in modo amichevole. Invece usare in particolar modo Face book e avere come amici i nostri fan è molto meglio. Abbiamo un’attività commerciale, chi è nostro fan condivide con noi poche informazioni e rare volte s’interfaccia con noi. Chi è amico invece condivide(e noi con loro) tutto, affetti, stati d’animo, gusti, desideri, sogni e sfoghi. Il nostro occhio è attento a cogliere ogni minimo dettaglio che si può nascondere dietro uno stato d’animo, una citazione, un desiderio, una canzone, gli amici si aprono molte volte non tenendo conto che molte altre persone possono in maniera indiretta leggere ciò che noi leggiamo. Gli “amici” si fidano di noi e se condividono le loro esperienze con noi e noi con loro s’instaura un rapporto di tacita fiducia cui dobbiamo tenere conto sempre e comunque. Se l’amico è anche un cliente sempre tenendo conto di quanto sopra, noi possiamo conoscerne i gusti, cosa predilige, quando cade una sua ricorrenza o dei suoi amici o familiari, lo stato d’animo, la disponibilità. Tutte queste cose se si sommano, danno un quadro completo dei nostri “amici clienti”, sappiamo noi quindi come e quando intervenire, cosa proporre e cosa no, dobbiamo insomma essere presenti, proporre senza insistere ma, come una cosa che cade a pennello nel momento giusto. Valutare e decidere avendo sempre sotto controllo la situazione, usare un modo consono a ognuno, mai essere banali o scortesi, aiutare finché è possibile. Gestire noi stessi e chi c’è intorno, noi siamo un capitale per gli altri e gli altri lo sono per noi. Ripeto mai insistere, semmai proporre o meglio indicare, si è sempre dei commercianti alla fine e in questo caso anche cinicamente il fine giustifica i mezzi.