La pet Therapy e i suoi benefici

Un interessante articolo del Dott. Elena Goi sulla pet therapy e sui suoi indubbi benefici, mi è stato “girato” dall’amico Dario Depascalis proprietario dell’allevamento BUDDADOG a Valeggio in provincia di Pavia.

Quanto segue è un’attenta analisi di come un animale ( ma in questo caso lo definirei con il termine di amico), possa contribuire alla risoluzione di certe problematiche proprie del rapporto uomo – animale.

“Per migliaia di anni l’uomo è vissuto secondo i ritmi della natura ed in stretto contatto con il mondo degli animali. Negli ultimi cinquant’ anni il processo di urbanizzazione ha profondamente mutato questo scenario: ci siamo allontanati dal contesto rurale perdendo la possibilità di conoscere la natura e confrontarci con la diversità animale.

Forse proprio per colmare questa mancanza oggi una famiglia su tre ospita un animale domestico.

Tra uomo e animale – in particolare tra uomo e cane – dagli albori della storia fedele alleato nella difesa e nella caccia – esiste un’affinità peculiare, dovuta a millenni di  convivenza, che nasce dalla relazione assidua che si è creata fra le specie.

Il ruolo formativo per i bambini dell’interazione con l’animale è oggetto di numerosissimi studi; fin dagli anni ‘50 lo psichiatra Boris Levinson, fondatore della pet therapy, riscontrava che la presenza di un animale stimola la comunicazione nei bambini con particolari problemi relazionali, aprendo la strada a studiosi di diverse discipline (biologi, psicologi, antropologi, etologi, pedagogisti) che hanno approfondito e delineato le basi di una nuova disciplina: la zooantropologia.

La zooantropologia studia la relazione uomo animale: riconoscendo all’animale ruolo  di soggetto attivo cerca un linguaggio comune e studia come guidare questa relazione affinchè lasci emergere contenuti benefici insostituibili: aperture emozionali e relazionali,  modificazioni positive del comportamento, consolidamento dell’autostima, coscienza  della capacità espressive e motorie, accrescimento delle capacità di valutare il diverso.

Tutte queste valenze positive si ritrovano in pet therapy e nei programmi di zooantropologia didattica.

Le attività assistite (pet therapy) constano di interventi in cui una coppia operatore – cane (o coniglio) propongono attività diverse per incrementare le capacità degli alunni sul fronte cognitivo, psico-motorio, relazionale; l’osservazione, la comunicazione, il prendersi cura, il gioco, l’interazione guidata sono  le tappe di un percorso che conducono gli utenti ad importanti traguardi: aumento dell’autostima, della motivazione, delle capacità sensoriali e motorie, dell’affettività e della serenità.

L’incontro con l’animale è  guidato in modo molto graduale: iniziando dalla semplice osservazione fino all’interazione e alla gestione –  sempre condotta con l’operatore di riferimento. Presentarsi, accarezzare, premiare, spazzolare, dare i comandi di base, condurre al guinzaglio, fare giochi di interazione semplice (cerca, riporto, problem solving), sono alcune tracce esemplificative di come si costruisce la relazione.

La zooantropologia didattica si fonda sul fascino che il mondo animale esercita sul bambino per coinvolgerlo in attività che migliorano le sue le capacità (valenze pedagogiche formative); educa ad un rapporto equilibrato e rispettoso con l’alterità animale e l’ambiente. I bambini amano entrare in relazione con gli animali perché non giudicano, insegnano ad ignorare qualsiasi distanza ed a considerare la diversità stessa una cosa normale o facilmente superabile. Conoscerli e prendersene cura aumenta il senso di responsabilità e di rispetto per l’ambiente; osservare la natura è inoltre una via privilegiata per imparare: il mondo naturale ha infiniti  modi di stupire e catturare la nostra  attenzione. Questo stimola la fantasia, rafforza la conoscenza  ed abitua ad essere metodici, precisi ed attenti ai fenomeni naturali ed alle relazioni fra gli esseri viventi.”

 Dott. Elena Goi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...