Adottare un cane anziano, un segno d’amore

Esiste un modo tutto speciale di voler bene a un cane. Una maniera che lascia dietro di se tutte, ma proprio tutte le convinzioni che l’uomo ha eretto fino a  questo momento nei confronti di quest’animale.
E’ una via che non passa attraverso alcuna proiezione emozionale o alcun simbolismo sociale o culturale. Non si sceglie l’animale perché faccia qualcosa che noi non sappiamo ne, vogliamo fare né tanto meno quella di imporgli un ruolo che serve a noi per compensare le “nostre” lacune emozionali.
Questo modo prende il nome di amore, l’amore come punto di partenza, come essere parte di qualcosa di cui noi “esseri pensanti”, abbiamo la responsabilità.  Prenderci carico dei più deboli, di chi non ha voce di chi senza fiatare ha seguito la nostra “evoluzione”, restandoci accanto in silenzio. La rivoluzione dell’essere umano comincia dalle piccole cose, insignificanti per gli altri ma non per coloro cui sono dirette, sono quelle piccole cose di cui dobbiamo andare fieri in silenzio.

Una di queste è adottare un cane anziano.

Per adottare dal canile un cane anziano bisogna aver sviluppato un profondo amore incondizionato; un amore che non si lascia influenzare da alcun  modello precostituito e che anzi, proprio grazie alla sua limpidezza e alla sua forza, è in grado addirittura di proporne uno nuovo.
Un nuovo modello basato solo sulla semplicità dell’accompagnamento.
Siccome io capisco che tu, essendo stato abbandonato, non solo sei stato tradito in quello che avevi di più caro e cioè la fiducia nell’uomo, hai  dovuto anche subire l’umiliazione di non trovare nessuno che possa dare un senso alla tua vita, ecco, allora “noi”, nei tuoi confronti, ci sentiamo proprio pronti ad assumere il ruolo dell’accompagnatore.
Io non ho bisogno di te, ma vedo che tu hai bisogno di me.

A volte invece è un vero e proprio scambio, come nel caso si Silvia, di cui riporto un post:- Cari amici,

Sono una ragazza di 27 anni e fin da quando ero bambina ho sempre desiderato avere un bel cagnone con cui giocare e trascorrere le mie giornate, ma così non è stato. A 24 anni ho deciso che questo mio sogno doveva diventare realtà e così ho iniziato la mia ricerca che devo dire è durata qualche mesetto. Inizialmente guardavo i negozi di animali (devo dire la verità!)… a chi non fanno tenerezza questi cucciolotti di razza messi in bella mostra?!! Ma non ero poi così attratta perché sapevo già che qualcuno l’avrebbe comprati e poi l’idea di comprare un cane mi ha sempre fatto rabbrividire. Ecco che iniziai a spulciare tra vari siti internet: mi si aprì un mondo! Dal sud, dove associazioni di vario genere si preoccupano di recuperare cani dalla strada e dai canili lager per farli adottare, fino al nord dove i canili sono pieni zeppi di cani di tutte le età!

Per avere un quadro chiaro di come vivono tutte queste povere bestiole abbandonate decisi di visitare un bel po’ di canili e lo feci grazie al vostro sito internet. Sinceramente ogni volta per me era uno strazio… stavo male perché volevo prendere tutti i cani e perché non riuscivo a capire cosa volevo. I volontari dei canili giustamente vedendomi incerta, non si aspettavano che io adottassi un cane ma che fossi una delle tante persone che vanno a fare una visitina innocua magari per vedere se ci sono cuccioli carini, ma io intanto guardavo con le lacrime agli occhi le gabbie con i cani che per farsi notare facevano di tutto. Un giorno andai anche al canile di Collegno. E poi ci andai un’altra volta e un’altra volta ancora. Portavo ogni tanto a spasso qualche cane. Un giorno mi fecero portare una cagnetta di circa 11 anni di nome Lulù, meticcia di media grandezza, con il musetto già ingrigito e segnato dagli anni. Mi aprirono il cuore subito i suoi occhi tanto bisognosi di affetto ma la cosa che mi colpì fu che ogni qualvolta la accarezzavo lei si sedeva! Voleva goderselo tutto quel momento socchiudendo anche un po’ gli occhi. Quando tornavo a casa mi mancava e volevo andarla a prendere immediatamente… insomma era scoppiato l’amore! Ma l’amore si sa è sempre osteggiato da chi ha preconcetti stupidi come il fatto che fosse troppo anziana. Persone a me vicine dicevano che avrei fatto una cattiva scelta perché presto lei mi avrebbe lasciata e perché i cani anziani devono essere curati ecc. Ebbene io non ascoltai proprio nessuno… sapevo che lei ormai era mia e così un giorno il mio fidanzato (l’unico a capire) mi disse: “Andiamo a prenderla per sempre?”. Certamente non me lo feci ripetere due volte. Quando Lulù salì sulla mia macchina non ci potevo credere di aver fatto quella scelta e lei neanche!!! Da quel giorno ogni giorno è stato meraviglioso e per fortuna ancora oggi! Lei è mia ombra e quando mi fissa negli occhi mi dice tante cose che neanche gli umani saprebbero esprimere a parole. È come fosse stata sempre con me fin da quando ero ragazzina, in fondo lei c’era da qualche parte ad aspettarmi!

Voglio solo dire che l’amore incodizionato di Lulù è come quello di qualsiasi altro cane giovane o anziano che aspetta da troppo tempo… vi prego di farlo capire a tutti quelli che vengono al canile!

Vorrei solo che fosse possibile a chiunque essere felice come lo sono io in compagnia della mia Lulù!

Grazie di aver letto con pazienza la mia storia che spero sia da esempio.

Silvia.

Se volete saperne di più mailto:roberta@canidoc.net oppure 340/4713472 tutti questi anziani si trovano al Canile di Furbara vicino Roma, oppure su facebook il gruppo è “per chi trova i cani anziani irresistibilmente teneri!”,lì sono seguite le adozioni e ci sono tutti gli aggiornamenti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...